LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Disposizioni urgenti per la messa in sicurezza e la ricostruzione del Teatro Petruzzelli di Bari. (Ordinanza n. 3557).
2006-12-29
Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 301 del 29-12-2006

Disposizioni urgenti per la messa in sicurezza e la ricostruzione del Teatro Petruzzelli di Bari. (Ordinanza n. 3557).

--------------------------------------------------------------------------------
DECRETI PRESIDENZIALI
--------------------------------------------------------------------------------

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 dicembre 2006
Disposizioni urgenti per la messa in sicurezza e la ricostruzione del Teatro Petruzzelli di Bari. (Ordinanza n. 3557).


IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l'art. 5, commi 3 e 4, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l'art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Considerato che il Politeama Petruzzelli di Bari e' uno dei
maggiori teatri dell'opera italiani, in considerazione della funzione
culturale formativa e sociale che ha sempre assolto;
Considerato che allo stato detta struttura teatrale, e' inagibile a
seguito dell'incendio verificatosi il 26 ottobre 1991, ad eccezione
di una porzione ristrutturata e precisamente del foyeur;
Considerato inoltre che gli interventi fino ad ora posti in essere
hanno consentito solo il recupero di una parte dell'edificio oltre al
tetto e alla cupola e che nella stessa area sono ancora in corso i
necessari lavori di riedificazione e di messa in sicurezza delle
parti danneggiate e che la mancata conclusione di questi ultimi desta
particolare preoccupazione anche sotto il profilo del pericolo
dell'incolumita' delle persone;
Tenuto conto, quindi, che sussiste l'ineludibile esigenza di
procedere, al fine di garantire la celere ripresa delle attivita'
culturali di pubblico interesse, in termini di somma urgenza, alla
realizzazione di un quadro compiuto di interventi tesi ad assicurare
il totale recupero funzionale della struttura teatrale;
Ritenuto necessario inserire tutti gli interventi occorrenti e
tutte risorse economiche a disposizione nell'ambito di un'unica
procedura di gara per la scelta del soggetto affidatario, assicurando
nel contempo la trasparenza delle procedure per incoraggiare la
massima partecipazione dei concorrenti;
Vista la nota del Ministero per i beni e le attivita' culturali del
15 dicembre 2006;
Visto il decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con
modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286, ed in
particolare l'art. 2, commi 105, 106 e 107;
Tenuto conto, in particolare, che il contributo previsto dall'art.
2, comma 107 dalla predetta legge n. 286/2006, pari a 8.000.000,00 di
euro, sara' utilizzato, oltre alle risorse gia' finalizzate, alla
realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e di
ricostruzione del teatro Petruzzelli di Bari;
Considerato che l'ulteriore protrarsi della situazione e'
suscettibile di determinare pregiudizi irreparabili alle parti del
teatro non definitivamente compromesse dall'incendio, sicche' occorre
adottare, in via preventiva, ogni iniziativa utile finalizzata ad
evitare situazioni di pericolo alle strutture ed ai visitatori;
Ritenuto, quindi, necessario, adottare un'ordinanza di protezione
civile in prevenzione ex art. 5, comma 3, della legge n. 225 del
1992, con cui disciplinare gli interventi necessari ad assicurare
condizioni di fruibilita' in termini di sicurezza dell'intera
struttura teatrale;
Vista la nota del Sindaco del Comune di Bari del 19 dicembre 2006
con la quale il medesimo ha evidenziato la necessita' di intervenire
con urgenza per la definitiva messa in sicurezza della struttura
teatrale che, presentando numerosi punti di criticita' strutturale,
nel caso di intense precipitazioni, potrebbe essere definitivamente
compromessa;
Acquisita l'intesa della Regione Puglia con la nota del 20 dicembre
2006;
Su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile della
Presidenza del Consiglio dei Ministri;
D'intesa con il Ministro dei beni e delle attivita' culturali;
Dispone:

Art. 1.
1. Le opere e gli interventi di cui alla presente ordinanza sono
indifferibili ed urgenti e autorizzano il ricorso alle procedure
acceleratorie previste dall'ordinamento giuridico vigente.
2. Per l'attuazione degli interventi di cui al comma 1, l'ing.
Angelo Balducci, e' nominato Commissario delegato per fronteggiare la
situazione di criticita' citata in premessa. A tal fine il
Commissario delegato pianifica i necessari interventi finalizzati
all'eliminazione di situazioni di pericolo per le cose e le persone,
ponendo in essere i conseguenti atti volti alla realizzazione degli
interventi medesimi, nonche', se del caso, interrompe procedure di
gara in atto, laddove siano prevedibili tempi di aggiudicazione non
compatibili con l'urgenza delle iniziative necessarie.
3. Per l'espletamento degli interventi di cui al comma 1, il
Commissario delegato si avvale di uno o piu' soggetti attuatori, cui
affida specifici settori di intervento sulla base di direttive ed
indicazioni, utilizzando, ove ritenuto necessario, le strutture e le
risorse finanziarie facenti capo alle Amministrazioni dei beni
culturali e alle competenti soprintendenze.
4. Per il conseguimento degli obiettivi di cui alla presente
ordinanza, il Commissario delegato si avvale di una struttura
all'uopo istituita composta da personale dipendente del Ministero dei
beni culturali, nel limite massimo di 5 unita', cui potranno essere
corrisposti gli emolumenti accessori previsti dalla normativa vigente
in materia.
5. Per l'attuazione degli interventi di competenza il Commissario
delegato, ove ne ricorrono i presupposti, provvede utilizzando le
procedure d'urgenza previste dall'ordinamento giuridico vigente.

Art. 2.
1. Per la realizzazione degli interventi occorrenti alla messa in
sicurezza ed alla ristrutturazione del teatro, il Commissario
delegato, utilizza gli stanziamenti destinati dall'art. 2, comma 107
del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, convertito, con
modificazioni, dalla legge 24 novembre 2006, n. 286, pari a
8.000.000,00 di euro, nonche' la somma di euro 21.000.000,00 a valere
sulle disponibilita' finanziarie della Direzione regionale per i beni
culturali e paesaggistici della Puglia.
2. Le risorse finanziarie di cui al comma 1 sono trasferite
direttamente sulla apposita contabilita' speciale, all'uopo
istituita, intestata al Commissario delegato con le modalita'
previste dall'art. 10 del decreto del Presidente della Repubblica
20 aprile 1994, n. 367.

Art. 3.
1. Il Dipartimento della protezione civile e' estraneo ad ogni
rapporto contrattuale posto in essere in applicazione della presente
ordinanza.
La presente ordinanza sara' pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 22 dicembre 2006
Il Presidente: Prodi




news

24-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news