LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

C.1428, PDL Modifiche alla normativa sullo sportello unico per le imprese e in materia di dichiarazione di inizio attivit (VIII Commissione)
2006-11-07

Modifiche alla normativa sullo sportello unico per le imprese e in materia di dichiarazione di inizio attivit.
C. 1428 Capezzone.
(Seguito dell'esame e conclusione - Parere favorevole con condizioni).

La Commissione prosegue l'esame, rinviato il 24 ottobre 2006.

Ermete REALACCI, presidente, avverte che il relatore ha predisposto una proposta di parere favorevole con condizioni (vedi allegato). Al riguardo, sottolinea l'importanza di tali condizioni, stante la necessit di garantire l'applicazione della normativa per la presentazione della denuncia di inizio attivit edilizia, nei casi in cui si preveda tale procedimento, di assicurare il rispetto della disciplina attualmente operativa relativamente alle attivit con specifiche implicazioni di carattere ambientale e di informare il Parlamento dell'applicazione della disposizioni del presente provvedimento. In conclusione, ritiene che le condizioni test illustrate rappresentino un invito alla cautela nell'applicazione del provvedimento alla realt del territorio nazionale.

Maurizio ACERBO (RC-SE) esprime preliminarmente un giudizio negativo con riferimento alla logica sulla quale si basa il provvedimento in esame che, sulla scorta della demagogia cui si assiste nel Paese da anni, desta perplessit. Ritiene, infatti, che il vero problema risieda nella difficolt delle pubbliche amministrazioni di garantire controlli puntuali; al riguardo, richiama l'esigenza di definire un quadro di regole certe e omogeneamente applicabili a tutto il territorio nazionale. Reputa criticabile lo spirito della proposta di legge, con specifico riferimento al comparto dell'edilizia, atteso che sugli effetti di un'accelerazione dei tempi di esame delle procedure in capo alle amministrazioni locali, che deriverebbero dall'applicazione delle disposizioni in esame, occorre svolgere un'accurata riflessione.
In conclusione, pur apprezzando lo sforzo compiuto dal relatore con la proposta di parere presentata, ritiene che su tale materia occorra discutere in maniera approfondita di una riforma seria della pubblica amministrazione e non fare demagogia, che nuoce alla competitivit del Paese.

Salvatore MARGIOTTA (Ulivo) rileva che la proposta di parere del relatore rappresenta un punto di equilibrio tra l'esigenza di ridurre le lungaggini burocratiche nello svolgimento di attivit imprenditoriali e quella di preservare la protezione dell'ambiente. Sottolinea, inoltre, che il tenore delle condizioni contenute nel parere appare talmente incisivo da subordinare la prosecuzione dell'esame del provvedimento a modificazioni nel senso delle condizioni medesime.

Ermete REALACCI, presidente, osserva che la proposta di parere del relatore traduce il lavoro serio che la Commissione ha svolto sul provvedimento in esame. Fa presente, altres, che l'invio della relazione al Parlamento sul funzionamento delle nuove procedure di semplificazione amministrativa fornir elementi di informazione cruciali, ai fini dell'applicazione della nuova disciplina e di un suo eventuale ampliamento, nel caso in cui essa abbia dato buoni risultati.

Guido DUSSIN (LNP) preannuncia che si asterr sulla proposta di parere del relatore.

Gaetano FASOLINO (FI) dichiara la sua astensione sulla proposta di parere del relatore.

Nessun altro chiedendo di intervenire, la Commissione approva la proposta di parere del relatore.

Sui lavori della Commissione.

Ermete REALACCI, presidente, avverte che, anche in considerazione dell'organizzazione dei lavori dell'Assemblea, verranno apportate talune modificazioni al calendario dei lavori della Commissione della corrente settimana, nel senso di anticipare alle 13.50 di domani la prevista riunione dell'Ufficio di presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi, e di differire a gioved 9 novembre 2006 la riunione del Comitato ristretto sulle proposte di legge concernenti la riqualificazione e il recupero dei centri storici.

La Commissione prende atto.

La seduta termina alle 14.50.
-------------------------------------------------
La VIII Commissione,
esaminata, ai sensi dell'articolo 73, comma 1-bis, del Regolamento, la proposta di legge n. 1428, concernente Modifiche alla normativa sullo sportello unico per le imprese e in materia di dichiarazione di inizio attivit, nel testo risultante dagli emendamenti approvati dalla X Commissione;
rilevato che l'articolo 1 della proposta di legge suscettibile di incidere direttamente su ambiti di competenza della VIII Commissione, con particolare riferimento alla materia urbanistica e al profilo della tutela dell'ambiente;
valutato positivamente il fatto che, tra i procedimenti attivabili presso lo sportello unico ai fini dell'insediamento di attivit produttive, il nuovo testo del citato articolo 1 riguarda esclusivamente il procedimento di autocertificazione (disciplinato dall'articolo 6 del regolamento di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1998, n. 447) e non anche, come nel testo originario, il procedimento autorizzatorio (di cui all'articolo 4 del medesimo regolamento);
condivisa la finalit di semplificazione amministrativa del citato articolo 1, perseguita in particolare attraverso la riduzione dei termini previsti dalla normativa vigente, decorsi i quali la realizzazione del progetto si intende autorizzata in assenza di comunicazione di motivato dissenso [lettere f) e g)];
rilevato che, con riferimento alla materia urbanistica, nei casi in cui debba essere presentata la denuncia di inizio attivit edilizia, occorre un coordinamento tra il procedimento di autocertificazione attivabile presso lo sportello unico e il procedimento della dichiarazione di inizio attivit (DIA) edilizia, disciplinato dal testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380);
valutata positivamente la previsione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera c), relativa all'adozione da parte dei comuni di un sistema di monitoraggio dell'attivit dello sportello unico e segnalata l'opportunit che il Governo informi il Parlamento circa il funzionamento delle nuove misure di semplificazione, anche al fine dell'adozione di ulteriori iniziative normative nella direzione indicata dal provvedimento,
esprime


PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti condizioni:
a) all'articolo 1, comma 1, dopo la lettera c), siano aggiunte le seguenti:
c-bis) con riferimento al procedimento di cui all'articolo 6, prevedere che, nei casi in cui la normativa vigente contempli la presentazione della denuncia di inizio attivit edilizia, sia garantita l'applicazione del relativo procedimento, di




--------------------------------------------------------------------------------

Pag. 58

--------------------------------------------------------------------------------

cui all'articolo 23 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, con riferimento in particolare ai termini, al contenuto della documentazione da presentare e al termine massimo di efficacia della denunzia di inizio attivit;
c-ter) con riferimento all'articolo 6, comma 6, in considerazione dei potenziali effetti per l'ambiente che potrebbero derivare anche dallo svolgimento di ordinarie attivit produttive, attribuire alle regioni il compito di individuare le attivit con specifiche implicazioni di carattere ambientale, in relazione alle quali garantire l'applicazione dei termini contemplati dalla normativa vigente;
b) dopo l'articolo 2, sia aggiunto il seguente:


Art. 2-bis.

1. Il Governo, entro un anno dalla data di entrata in vigore del regolamento di cui all'articolo 1, trasmette una relazione al Parlamento sul funzionamento delle nuove procedure di semplificazione amministrativa, con particolare riferimento agli effetti, in rapporto all'aumento del ricorso al procedimento di autocertificazione, della riduzione dei termini di cui all'articolo 6, commi 6 e 8, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1998, n. 447.

http://cerca.camera.it/wai/visRisultato.asp?Type=HTML&Item=0&basepath=legxv.camera.it


news

15-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 15 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news