LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

C.1428, PDL Modifiche alla normativa sullo sportello unico per le imprese e in materia di dichiarazione di inizio attivit (VII Commissione)
2006-11-07

Modifiche alla normativa sullo sportello unico per le imprese.
Nuovo testo C. 1428 Capezzone.
(Parere alla X Commissione).
(Esame e conclusione - Parere favorevole).

La Commissione inizia l'esame del provvedimento in oggetto.

Carlo COSTANTINI (IdV), relatore, osserva che la proposta di legge in esame contiene disposizioni normative complessivamente tese a semplificare o a snellire gli adempimenti delle imprese ed i procedimenti di competenza dello sportello unico per le attivit produttive, ampliando il ricorso agli istituti dell'autocertificazione e della dichiarazione di inizio attivit. L'obiettivo perseguito autorizzando il Governo ad adottare un regolamento modificativo del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 447 del 1998, nonch intervenendo direttamente con il successivo articolo 2 sulla disciplina di cui all'articolo 19, della legge n. 241 del 1990, in materia di dichiarazione di inizio attivit.
Per quanto riguarda l'articolo 1, comma 1, ricorda che la lettera a) contiene l'affermazione di due nuovi principi. La struttura di cui all'articolo 3, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica n. 447 del 1998, cui affidato l'intero procedimento, assume anche il ruolo di coordinamento delle attivit istruttorie di tutti gli enti pubblici coinvolti; nei Comuni nei quali non si provveduto all'istituzione della struttura unica, poi, il procedimento unico automaticamente affidato al sindaco o ad un suo delegato. Aggiunge che la lettera b) introduce una importante innovazione, imponendo di fatto che lo sportello unico, oltre alla predisposizione dell'archivio informatico di cui all'articolo 3, comma 2, assicuri il contatto con l'utenza non solo con il contatto diretto, ma anche attraverso altri canali di comunicazione. Alla lettera c) si prevede invece l'adozione, da parte dei Comuni, di un sistema di monitoraggio dell'attivit dello sportello unico, per fare emergere sia i tempi effettivi della conclusione di procedimenti, sia i casi in cui risultino autorizzate deroghe al rispetto dei tempi stabiliti. Aggiunge quindi che con le lettere d), e), f), g), e h) si introduce la previsione di nuovi termini, funzionali ad assicurare certezza e sollecita conclusione del procedimento amministrativo. La lettera i) fissa invece il termine entro il quale l'amministrazione competente interviene per vietare la prosecuzione dell'intervento o per rimuoverne gli effetti, ferma la possibilit per l'interessato di adeguare l'intervento alla normativa vigente entro il termine fissato dall'amministrazione, comunque non inferiore a trenta giorni. Evidenzia quindi che con la lettera l) si rafforza il ruolo e la responsabilit dei dirigenti e dei dipendenti interessati alla scrupolosa osservanza dei termini fissati nelle nuove disposizioni, mentre con la lettera m) si estende la possibilit di asseverazioni ad opera di professionisti. La successiva lettera n) devolve quindi alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie derivanti dall'applicazione delle norme sul procedimento mediante autocertificazione, inclusi gli atti per i quali possibile la formazione del silenzio assenso, mentre la lettera o) dimezza i termini nel caso in cui si tratti di trasferimento di insediamento produttivo gi esistente.
Per quanto attiene all'articolo 2, ricorda che il comma 1 contiene la riduzione a sette giorni del termine previsto per l'inizio dell'attivit; il comma 2 estende invece il termine di cui al comma 3 dell'articolo 19, legge n. 241 del 1990 da trenta a sessanta giorni; il comma 3 ribadisce che il ricorso giurisdizionale ai sensi dell'articolo 19, comma 5, della legge n. 241 del 1990 pu riguardare anche gli atti di silenzio assenso formatisi in virt delle specifiche norme previste dall'articolo 20, della legge n. 241 del 1990. Precisa quindi in linea generale che i contenuti del nuovo testo in esame non investono questioni di competenza specifica della VII Commissione.
Propone pertanto di esprimere parere favorevole.

Emerenzio BARBIERI (UDC) ritiene comunque utile aver avuto l'opportunit di conoscere il complesso del provvedimento, pur se lo stesso non investe profili di rilievo della Commissione.

La Commissione approva quindi la proposta di parere favorevole del relatore.

La seduta termina alle 16.10.


UFFICIO DI PRESIDENZA INTEGRATO DAI RAPPRESENTANTI DEI GRUPPI

L'ufficio di presidenza si riunito dalle 16.10 alle 16.20.

http://cerca.camera.it/wai/visRisultato.asp?Type=HTML&Item=0&basepath=legxv.camera.it


news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news