LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

5-00398 Mario Ricci: Salvaguardia e valorizzazione dei resti archeologici del centro storico di Fiesole. VII COMMISSIONE
2007-01-25

5-00398 Mario Ricci: Salvaguardia e valorizzazione dei resti archeologici del centro storico di Fiesole.

Il sottosegretario Danielle MAZZONIS risponde all'interrogazione in titolo nei termini riportati in allegato (vedi allegato 3).

Mario RICCI (RC-SE) si dichiara parzialmente soddisfatto della risposta del rappresentante del Governo, pur evidenziando la necessit di pervenire in tempi brevi a verificare la compatibilit del progetto edilizio con le aree indicate. vero che la seconda porzione di intervento destinata alla costruzione di alloggi non interessata dagli scavi, ma che pure opportuno verificare la compatibilit con la conservazione dei reperti rilevati. Aggiunge, inoltre, che le Sovrintendenze competenti hanno posto vincoli che non sembrano in realt essere rispettati, per cui appare opportuno monitorare la situazione.
---------------------
ALLEGATO 3

5-00398 Mario Ricci: Salvaguardia e valorizzazione dei resti archeologici del centro storico di Fiesole.


TESTO DELLA RISPOSTA
L'area Garibaldi, di propriet comunale, identificata nel catasto del Comune di Fiesole al foglio 24, particella 212 e particella 213.
La porzione di area corrispondente alla particella 212 quella principalmente interessata dai rinvenimenti archeologici cui si fa riferimento nell'interrogazione parlamentare (resti di edificio di periodo romano, tombe longobarde con corredi).
Su questa zona sono stati condotti, fin dal 1986, dalla competente Soprintendenza, scavi archeologici, poi ripresi negli anni 2003 - 2006, che hanno portato alla luce i resti di un edificio utilizzato tra il I ed il V - VI secolo d.C. e alcune tombe di epoca longobarda i cui corredi sono stati temporaneamente esposti presso il Museo Civico di Fiesole.
L'area sopra descritta stata oggetto di diversi provvedimenti di tutela:
declaratoria del 4 dicembre 2001 del Soprintendente per i beni archeologici della Toscana di importante interesse archeologico nell'area urbana di Fiesole ai sensi del Decreto legislativo 490/99;
declaratoria del 31 marzo 2003 del Soprintendente regionale per i beni e le attivit culturali della regione Toscana di importante interesse archeologico dei resti antichi insistenti sull'area ai sensi del decreto legislativo 490/99, finalizzata all'immissione a demanio dei resti archeologici rinvenuti durante lo scavo di propriet dello Stato ai sensi dell'articolo 88 del Decreto legislativo 490/99 (ora articolo 91 del Decreto legislativo 42/04);
decreto del 6 dicembre 2006 del Direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici della Toscana di importante interesse archeologico dell'area ai sensi dell'articolo 10, comma 1, del Decreto legislativo 42/04.

Per quanto agli atti della competente Direzione regionale la citata: particella 212 non risulta n oggetto di alienazione da parte del Comune di Fiesole, n interessata da future edificazioni, in quanto destinata a verde pubblico.
La sistemazione definitiva dell'area archeologica sar concordata fra il Comune di Fiesole e la Soprintendenza per i beni archeologici in modo da contemperare le esigenze scientifiche di tutela con quelle dell'accessibilit e fruizione dell'area a verde.
Diversa la situazione riguardante la particella 213, interessata dagli interventi di edificazione previsti dall'amministrazione comunale cui fa riferimento l'interrogazione parlamentare.
L'area gi stata oggetto di saggi, effettuati dalla Soprintendenza nel corso dell'anno 2002, che non hanno evidenziato alcuna struttura di interesse archeologico. Per tali motivi fu disposto di estrapolarla dalla declaratoria di importante interesse archeologico, adottata nel 2001.
L'intera Area Garibaldi stata comunque sottoposta, con provvedimento del 9 febbraio 2004 del Soprintendente regionale per i beni e le attivit culturali della Toscana, a prescrizioni di tutela indiretta al fine di garantire il decoro dell'ambiente circostante, vale a dire l'area archeologica insistente sulla particella 212 ed i limitrofi edifici di Palazzo Pretorio e della Chiesa di S. Maria a Primerara, anch'essi confinanti con l'area Garibaldi.
Nel gennaio 2005, la societ Menarini, interessata all'acquisto della particella 213, ha fatto eseguire a proprie spese una seconda serie di saggi pi capillari su tale area, sempre secondo le indicazioni e sotto la direzione scientifica della Soprintendenza. Tali esami hanno fatto emergere solo alcuni resti, non databili e pesantemente rimaneggiati in et moderna, che comunque non avevano alcun collegamento con quelli venuti alla luce nella contigua area archeologica.
Tali risultanze sono state tuttavia prese in considerazione nelle prescrizioni impartite dalla Soprintendenza in merito al progetto di risistemazione complessiva dell'Area Garibaldi, specificando che tali resti, in quanto archeologici, sono inalienabili e sono destinati a rimanere in vista ed accessibili al pubblico all'interno di un eventuale edificio.
Con specifico riferimento al progetto di risistemazione complessiva dell'Area Garibaldi, la Soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio di Firenze e la Soprintendenza per i beni archeologici di Firenze hanno gi rilasciato, ciascuna per le proprie competenze, parere in merito alla compatibilit del progetto presentato con le prescrizioni di tutela indiretta, riservandosi di apportare tutte le modifiche che a tale fine si dovessero rendere necessarie.

http://www.camera.it/_dati/leg15/lavori/bollet/200701/0125/html/07/frame.htm?campo=//www.camera.it/_


news

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

15-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 DICEMBRE 2017

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

Archivio news