LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Interrogazione a risposta orale 3-00653 crollo mura Amelia
2007-02-19

Atto Camera


presentata da
MAURIZIO RONCONI
luned 19 febbraio 2007 nella seduta n.111


RONCONI. -
Al Ministro per i beni e le attivit culturali.
- Per sapere - premesso che:

in data 4 dicembre 2006 il Ministro dei beni e le attivit culturali stato interrogato per avere chiarimenti sulle cause del crollo ad Amelia di un tratto di mura compreso nel versante est, tra la Torre del Sant'Ufficio e l'antica porta del Sole, tratto di lunghezza pari a 25 metri, interessando sia le mura medievali, alte tra 4-5 metri, che quelle poligonali sottostanti, di circa 8-9 metri di altezza;

il crollo avvenuto durante le opere di consolidamento finanziate con uno, stanziamento di 9.000.000.000 di vecchie lire previsto nella legge finanziaria del 2001 con trasferimento dei fondi alla Regione che ha ne curato il progetto, l'appalto, l'esecuzione il controllo dei lavori ed i relativi pagamenti;

l'Amministrazione comunale ha in pi occasioni annoverato tra le cause del crollo il concorso di eventi meteorologi verificatisi nei giorni precedenti, ma non sono state fornite ai cittadini notizie attendibili sull'esistenza di un'istruttoria per il riconoscimento dell'evento di calamit naturale;

si apprende dal quotidiano Corriere dell'Umbria del 1o febbraio che un documento del 1994 elaborato dall'architetto Lenci su incarico dell'allora sindaco di Amelia, Luciano Lama, aveva raccomandato, prima di iniziare qualsiasi lavoro sulle mura poligonali, di operare misurazioni sugli spessori dei massi alle diverse quote;

subito dopo il crollo, nel corso di un consiglio comunale nel gennaio 2006, infatti, fu ammesso dagli stessi tecnici che non ci si era resi conto del fatto che i blocchi poligonali avevano uno spessore che diminuiva alle diverse quote fino a raggiungere lo spessore di soli ottanta centimetri;

questo avrebbe necessitato la costruzione, mai realizzata, di un contrafforte per puntellare tutta la cinta onde evitare il crollo alla prima spinta dei terreni sottostanti;

sempre secondo il rapporto dell'architetto Lenci i lavori avrebbero dovuto prevedere un abbassamento dei terrapieni a monte, mentre le foto scattate dopo il crollo evidenziano come sopra le mura sia stata riportata altra terra;

infine il rapporto consigliava un accurato rilievo idrogeologico di tutta la fascia di territorio adiacente ed interventi necessari per preservare le mura da infiltrazioni d'acqua: rifacimento fogne, sostituzione di tratti di acquedotto sospetti, raccolta acque piovane eccetera -:

quali prescrizioni abbia dettato la Soprintendenza ai fini dell'esecuzione dei lavori e, in particolare, se la stessa abbia fatto proprie le indicazioni contenute nel progetto dell'architetto Lenci;

se la Soprintendenza abbia vigilato sull'esecuzione dei lavori e - in caso affermativo - se la stessa abbia riscontrato l'uso di particolari attenzioni e garanzie, nonch se disponga di elementi utili a fare chiarezza sulle cause del crollo di uno dei simboli della citt.(3-00653)



news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news