LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

5-01689 Ghizzoni: Sull'acquisto da parte dello Stato di un Crocifisso ligneo di controversa attribuzione.
2009-12-02

ALLEGATO 2



TESTO DELLA RISPOSTA

Mi riferisco all'interrogazione dell'Onorevole Ghizzoni con la quale chiede informazioni sull'acquisizione del Crocifisso ligneo attribuito a Michelangelo Buonarroti al patrimonio artistico dello Stato.
A tal proposito evidenzio anzitutto che la vicenda in argomento stata dettagliatamente ricostruita dalla competente Direzione Generale del Ministero per i beni e le attivit culturali con una relazione, che deposito agli atti di questa Commissione, nella quale sono riportati tutti i passaggi salienti, ordinati cronologicamente, relativi in particolare all'interesse storico artistico dell'opera ed all'iter procedurale seguito per la sua acquisizione.
Voglio comunque anticipare che dalla predetta relazione si evince in conclusione che:
sul piano dell'interesse culturale, l'opera stata dichiarata di interesse storico artistico particolarmente importante ai sensi dell'articolo 10 comma 3 del Codice, con decreto del 4 ottobre 2004 emanato dell'allora Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana Prof. Paolucci al termine della prevista procedura amministrativa nei confronti della quale non stato eccepito alcun rilievo;
sul piano delle attribuzioni, nell'arco di tempo che va dal 2004 al 2008 si registra un ampio e autorevole dispiegamento di valutazioni attributive in forma di dichiarazioni e di articoli di carattere scientifico, tali da non far dubitare alcunch. Nel medesimo arco di tempo non si registrano valutazioni contrarie all'attribuzione dell'opera a Michelangelo Buonarroti, nonostante le numerose presentazioni pubbliche dell'opera (2004 Firenze, Museo Home; 2004 Tokyo, Metropolitan Art Museum; 2005 Kyoto, Municipal Museum of Art; 2005 Torino, Biblioteca Reale; 2006 Torino, Biblioteca Reale, Olimpiadi della Cultura). Le uniche valutazioni contrarie sono quelle di James Beck, da considerarsi alla stregua di un'impressione sommaria, del tutto irrilevante per essere una mera dichiarazione di poche parole. La seconda, quella di Margarit Lisner, pur essendo di tutt'altro tenore, attribuisce l'opera a Jacopo Sansovino. Le altre valutazioni contrarie sono state espresse a partire dal 2008 e solo dopo la divulgazione dell'acquisto dell'opera da parte del Ministero per i beni e le attivit culturali, apparendo peraltro tardive oltre che non propriamente riconducibili ad un concreto dibattito culturale.
sul piano finanziario, l'opera stata acquisita al patrimonio dello Stato ad un prezzo conveniente e comunque in linea col parere espresso dal Comitato tecnico scientifico per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico.
sul piano amministrativo, l'operazione stata condotta secondo le procedure e la prassi amministrativa corrente attraverso codificati passaggi amministrativi, fino ad arrivare alla registrazione dell'atto di acquisto da parte della Corte dei Conti.

http://leg16.camera.it/_dati/leg16/lavori/stenografici/framedinam.asp?sedpag=../bollet/200912/1202/H


news

17-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 agosto 2019

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news