LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

FOCUS. LUGLIO 2005: Buttiglione: superato il silenzio-assenso. Davvero?

Redazione di Patrimoniosos, 8 luglio 2005, ore 18,45.

Alcune considerazioni sulla dichiarazione fatta ieri alla Commissione cultura della Camera dal ministro Buttiglione.

Il Sole 24 ore riporta oggi la notizia secondo cui il Ministro Buttiglione avrebbe dichiarato che sulla vendita dei beni culturali non esiste pi il silenzio assenso.

La novit non sarebbe di poco conto e, soprattutto, sarebbe ben accolta da molti che criticarono fortemente lintroduzione nel Codice del meccanismo del silenzio-assenso per la verifica dell'interesse culturale.

Ricordiamo che la norma, prevista dal decreto legge recante disposizioni urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione dell'andamento dei conti pubblici (D. L. 269/2003, convertito con modificazioni nella L. 326/2003, art. 27, c. 8, 10, 12, 13 e 13-bis), fu inserita nel Codice dei beni culturali (D. Lgs. 42/2004, art. 12, c.10) solo in sede di approvazione finale.

Ricordiamo anche che ci avvenne nonostante le Commissioni Cultura della Camera e del Senato stigmatizzassero la procedura del silenzio-assenso.

del febbraio 2004 il primo decreto che indica le modalit per la verifica dellinteresse culturale: individua due distinti procedimenti, uno per i beni immobili di propriet statale, un altro per quelli di propriet degli enti pubblici.

Secondo larticolo del Sole 24-Ore di oggi 8 luglio, il Ministro avrebbe dichiarato che con un secondo decreto emesso nel febbraio 2005 sarebbe stata eliminata la procedura del silenzio-assenso.

Ci piacerebbe poter citare direttamente le parole del Ministro, ma non possibile in quanto non sono ancora disponibili n il testo dellAudizione del 28 giugno, quando la questione del silenzio-assenso era stata posta dallopposizione, n, tanto meno, il testo di quella di ieri, 7 luglio 2005.

Vorremmo saperne di pi. Tuttavia non possiamo non manifestare fin d'ora le nostre perplessit.

osservazione 1:

E possibile che un decreto ministeriale dirigenziale cambi una legge (ovvero la disposizione sul silenzio-assenso del Codice)?

osservazione n. 2:

Il decreto del 28 febbraio 2005 sembra ribadire la norma del silenzio-assenso poich nelle premesse recita: Rilevato altres che l'art. 12, comma 10 del Codice stabilisce che resti fermo quanto disposto dall'art. 27, commi 8, 10, 12, 13 e 13-bis del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito con modificazioni nella legge 24 novembre 2003, n. 326.

Osservazione 3:

Il decreto del 28 febbraio 2005 aggiunge un articolo in cui si prevede la possibilit di presentare regolare ricorso al TAR a fronte di un inadempimento dellamministrazione pubblica. Tuttavia in questo punto il testo del decreto non chiaro: Qualora la pronuncia circa la sussistenza o meno dell'interesse culturale non intervenga entro il termine di cui al comma 1, i richiedenti possono diffidare il Ministero per i beni e le attivit culturali a provvedere. Se il Ministero non provvede nei trenta giorni successivi al ricevimento della diffida, i richiedenti possono agire avverso il silenzio serbato dal Ministero ai sensi dell'art. 21-bis della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, aggiunto dall'art. 2 della legge 21 luglio 2000, n. 205.

Ora, anche a prescindere dal fatto che il comma 1 (almeno quello dellarticolo in questione, 4 bis) non indica termini temporali, ma solo lobbligo di utilizzare il sistema informativo per l'inserimento dei dati, va segnalato che si tratterebbe comunque solo di verifiche avviate d'ufficio.

Osservazione 4:

Il decreto 2005 modifica solo le modalit di verifica relative ai beni in propriet degli enti pubblici (art. 4), non tocca larticolo 3 che riguarda i beni di propriet dello Stato (prima applicazione).

In seguito a questi rilievi, pur non essendo giuristi, ci sembra che, contrariamente alle affermazioni del Ministro Bottiglione, il meccanismo del silenzio-assenso non sia stato eliminato.

Se ci successo, invece, ce ne rallegriamo, ma vorremmo sapere per quali categorie di beni ci sia avvenuto e quali sono i testi giuridici che lo stabiliscono.

Redazione Patrimoniosos

--------------------------------

Aggiornamento di oggi, 9 luglio

Sull'argomento vedi anche il comunicato del Ministero per i Beni e le attivit culturali e l' agenzia AGI del 7 luglio .



news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news