LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

DICEMBRE 2005: dismissioni urgenti nel decreto allegato alla Finanziaria

Pubblichiamo qui un commento della Redazione di Patrimoniosos riguardo alla disposizione dell'articolo 11-quinquies della conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria (Ddl 3617).

-----------------------------------------------------

Oggetto dell’articolo 11-quinquies sono “i beni immobili ad uso non abitativo appartenenti al patrimonio dello Stato”; fra questi sono esplicitamente compresi i beni per cui la verifica di interesse culturale abbia dato esito negativo e gli immobili in uso al Ministero della Difesa e non più utili a fini istituzionali.

Le modalità del procedimento sono quelle ormai tipiche della dismissione urgente: i beni si vendono a trattativa privata, anche in blocco, “con decreto dirigenziale del Ministero dell'economia e delle finanze, di concerto con le amministrazioni che li hanno in uso”.

Si deve però denunciare in questo caso la presenza di disposizioni che aggravano ulteriormente il meccanismo: non solo l’ “urgenza” cancella l’uso governativo e pubblico, ma anche il diritto di prelazione degli enti locali.

Inoltre, le norme tecnico-giuridico che vincolano la compravendita immobiliare, destinazione urbanistica e “dichiarazione urbanistica”, sembrano essere aggirate, prevedendo l’esonero dall' “obbligo di rendere le dichiarazioni urbanistiche richieste dalla legge per la validità degli atti nonché dall'obbligo di allegazione del certificato di destinazione urbanistica contenente le prescrizioni urbanistiche riguardanti le aree interessate dal trasferimento”.

Sono poi introdotti notevoli snellimenti procedurali e agevolazioni fiscali con l’intento di rendere appetibile l’affare a “fondazioni e società” intenzionate all’acquisto.

L’intero disposto si fonda però su un precario equilibrio di rimandi normativi assai arditi. Se alla fine del comma 2 viene citato il Codice dei Beni culturali, la sua applicazione però viene esclusa per la dismissione dei beni già individuati, cioè in particolare per quelli del Ministero della Difesa, per i quali sembra valere ancora la procedura del silenzio – assenso per quanto riguarda la verifica di interesse culturale (vedi rimando ad art. 27, che prevedeva appunto il silenzio – assenso). Si noti però che il comma 13-ter non risale al dicembre 2003, bensì è stato introdotto in un secondo momento nel testo del decreto, e più precisamente con la Legge 311/2004 (ovvero la Finanziaria 2005).

Inoltre lo stesso 13-ter, a sua volta, è stato attuato da un successivo decreto dirigenziale a firma Colucci e Spitz del 28 febbraio 2005, che individua i beni immobili comunque in uso all'amministrazione della Difesa, non più utili a fini istituzionali, da consegnare al Ministero dell'Economia e delle Finanze e per esso all'Agenzia del demanio”. Tali beni dovrebbero essere quelli indicati dagli allegati del decreto del 28 febbraio 2005, pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo nel giugno 2005, destando peraltro proteste e risentite prese di posizione in tutta Italia. Le allarmate cronache del giugno 2005 denunciavano alcuni casi: il torrione francese di Gaeta, Palazzo Lupi a Bergamo, Forte Bravetta nel Lazio, la Caserma Masini ex Convento della Carmelitane Scalze a Bologna (con vincolo). Dunque, che fare?



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news